Un manuale di domande e risposte sul mondo dei media

Pubblicato : 14/10/2021 12:28:40
Categorie : Recensioni

Un manuale di domande e risposte sul mondo dei media

Curata da Carlo Guglielmo Izzo, Fabio Ranucci e Adriano Izzo, è in libreria la nona edizione aggiornata di “Giornalista italiano. L'esame da professionista in 1000 domande e risposte” (Ed. Istimedia). Antonio Ghirelli, nella prefazione alla prima edizione, scriveva che la trasmissione satellitare e Internet, dopo l'avvento iniziale della radio e della televisione, hanno modificato radicalmente la professione del giornalista, minacciando da vicino la sopravvivenza del quotidiano scritto e stampato, moltiplicando all'infinito, invece, la possibilità di informazione e comunicazione. Nella presentazione della nuova edizione, gli Autori sottolineano che, fin dalla prima uscita, “Giornalista italiano” ha costituito un valido strumento di semplificazione dello studio, da intendersi non già nell'accezione negativa di rappresentazione approssimativa delle materie trattate ma, al contrario, di espressione inequivocabile del loro significato. E, nel momento storico che stiamo vivendo, i giornalisti e anche i non addetti ai lavori, hanno spesso bisogno di una guida di facile consultazione che consenta una immediata comprensione dell'ambiente che li circonda e delle sue dinamiche, spesso complesse. Principalmente oggi, in un'epoca in cui l'informazione e la comunicazione sono accessibili a tutti (grazie a Internet) e diventa sempre più essenziale acquisire nuove conoscenze, in modo rapido e completo. Infatti, ci sono nozioni, regole, leggi che chi fa il giornalista non deve e non può ignorare. Perché il mondo dei media continua ad allargare i confini del proprio campo d'azione, a fronte delle costanti modifiche del quadro normativo di riferimento e delle innovazioni determinate dai social network. Scritto in maniera modulare e approfondita, “Giornalista italiano” è strutturato con ventitre temi: dalla Costituzione al Parlamento; dal Governo alla Corte costituzionale; dalle norme sulla Stampa al Diritto penale; dalla tutela della vita privata, dell'immagine e della privacy agli elementi sulle tecniche della professione e a Internet e il giornalismo digitale. Nella parte delle “Norme sulla Stampa”, le principali domande e le relative risposte sono dedicate ai soggetti dell'attività editoriale, alla rettifica, al sequestro delle testate telematiche e a come si registra una testata. Nella “Stampa e Codice penale”, domande e risposte sono dedicate, tra le altre, al limiti del diritto di cronaca, alla differenza tra diritto di critica e diritto di cronaca, al diritto all'oblio e agli elementi costitutivi del reato di diffamazione a mezzo stampa. Centrali sono le parti sull’Ordinamento della professione, sulle tecniche del giornalismo e su Internet e il giornalismo digitale. Il manuale è completato con un glossario, senza trascurare i fondamenti storici e la deontologia. Carlo Guglielmo Izzo, per molti anni in magistratura, ora è avvocato. Più volte e stato componente delle Commissioni d'esame per giornalista professionista. E' Autore di pubblicazioni di Diritto sportivo e componente del Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport presso il Coni. Fabio Ranucci è giornalista professionista. Ha insegnato “Giornalismo per il web” e collabora con la Scuola superiore di giornalismo della Luiss. E' consulente di Formez PA, in comunicazione e nuovi media. Scrive per “Conquiste del Lavoro”. Adriano Izzo è avvocato ed esperto in Diritto dell'informazione. (MDV)

Fonte: LaVoce del 12.10.2021

Condividi questo contenuto