DCM - Dal giornalismo al digital content management - 2 ed.

Teoria e tecniche delle nuove professionalità dell’informazione

Maggiori dettagli

Alberto Puliafito

18,00€

Il giornalismo non è morto e non morirà, almeno finché ci saranno notizie e storie da raccontare, e finché ci sarà un pubblico. Ma è innegabile che siamo tutti alla ricerca di nuovi modelli per aggirare la crisi. In questo senso il digitale offre enormi opportunità che vanno analizzate, studiate, capite e messe in pratica. E bisogna farlo seguendo due stelle polari:
l’attenzione per il lettore e quella per i contenuti. In quest'ottica, seo, social, membership, paywall, newsletter, instant messaging, metriche, non sono più semplicemente parole di moda, ma diventano strumenti organici che vanno a comporre nuove e fondamentali competenze che non possono mancare al giornalista di oggi e di domani: il digital content management. Questo testo è una guida contemporanea, teorica e pratica, pensata per il giornalista o per gruppi di giornalisti che vogliano acquisire nuove competenze, sia per metterle al servizio di grandi testate e gruppi editoriali, sia per intraprendere proprie strade alternativa indipendenti, con uno sguardo all'autoimprenditorialità.

SECONDA EDIZIONE. Solo pochi mesi dopo la nascita del primo DCM abbiamo capito che avremmo dovuto mettere mano ad una nuova uscita. La richiesta di profili preparati professionalmente sulla gestione dei contenuti digitali è in costante crescita. DCM ha dato risposta a questa esigenza ed ha rappresentato il mezzo ideale per apprendere teorie e tecniche del settore. La seconda edizione si propone di farlo ancor di più. L’autore ha completamente rivisto e ampliato il volume con oltre 50 pagine di novità, strumenti e aggiornamenti per rispondere pienamente anche alle più recenti esigenze del mercato.

28 prodotti nella stessa categoria: